Turismo e digitale

Turismo e digitale

Il 2021 è alle spalle da qualche mese e, complice la pandemia, è senza dubbio stato un anno pieno di sfide e incertezze per il settore del turismo, alberghiero e della ristorazione. La rivoluzione digitale ha visto un’impennata e le abitudini delle persone sono cambiate: le strutture che volevano sopravvivere hanno dovuto adattarsi. Menù digitali, QR Code, software per le prenotazioni online, essere attivi sui social (più di prima e meglio), l’importanza di curare la propria presenza online e tanti altri fattori si sono affermati e diventati un must.

A questo punto vogliamo fare un salto in avanti e considerare alcune delle nuove tendenze che nel 2022 influenzeranno il modo in cui ristoranti e hotel continueranno a svolgere le proprie attività.

 

Prenotazioni Online

La pandemia globale degli ultimi anni ci ha costretti a restare a casa, ci ha abituati al distanziamento sociale, causando severe restrizioni per il settore alberghiero e della ristorazione. Per ovviare a questa nuova realtà sono stati sviluppati sistemi di ordinazione/prenotazione online. Le varie app e software digitali permettono alle strutture di restare in contatto con i propri clienti, che hanno preso l’abitudine di ordinare online.

Soluzioni di booking engine, sia per il tuo hotel che per il tuo ristorante, sono un’opzione facile e comoda da usare che ti permettono di avere un vantaggio sui competitors e fornire ai clienti un servizio sicuro.

Con l’aumento della digitalizzazione  anche il pagamento può essere effettuato con un solo semplice click in modo sicuro ed igienico. Secondo quando pubblicato nel novembre 2021 dal portale Make An App Like, il pagamento senza contatto aumenterà di tre volte rispetto ai numeri attuali e sarà utilizzato dal 34% dei clienti.

 

Più QR code

Secondo un sondaggio condotto da MobileIron, l’86% delle persone intervistate ha scansionato un codice QR, segnando un aumento del 14% nel 2021. Il 46% di loro ha ammesso di sentirsi sicuro a utilizzare questi codici anche all’interno del settore food. Il QR code è diventato una delle soluzioni più sicure e utilizzate nei negozi, ristoranti e all’interno delle strutture alberghiere.

 

Strutture virtuali e social

Avere un profilo social, delle foto sul sito ufficiale e rispondere ai messaggi sui social non è più sufficiente per essere attrattivi e distinguersi. Queste piattaforme devono essere curate nei minimi dettagli, devono raccontare una storia e vendere un’esperienza imperdibile. Curare i dettagli, anche a livello estetico e di design è fondamentale: se sei bello, ti ri-condividono. Essere condivisi, il passaparola, è uno dei metodi più efficaci per attirare nuovi clienti.

 

VR o AR

Uno dei grandi obiettivi sarà aggiungere contenuti digitali a gran parte delle attività che caratterizzano la tua struttura. La realtà aumentata, in particolare, permette di arricchire ogni attività di produzione, ogni prodotto con contenuti specifici. Basta uno smartphone per far provare a un cliente delle situazioni dirette: è il caso dei Menu digitali, con i quali consultare i prodotti di un ristorante. Ma si può usare anche per scoprire gli ingredienti o per ottenere informazioni sull’organizzazione dell’hotel. Inquadrando un oggetto con la fotocamera è possibile accedere a descrizioni, a vere e proprie narrazioni che sono progettate per far interagire il cliente che entra nel ristorante con lo spazio che lo circonda.

Grazie all’uso della realtà aumentata, i turisti potranno fare una visita virtuale della tua struttura e dare un’occhiata alle specialità presenti sul menu prima di prenotare il tavolo o alla sistemazione della camera. Sarai in grado di sorprenderli?

Non deve essere confusa con la realtà virtuale, che restituisce invece un’esperienza immersiva, capace di colpire attraverso vista e udito e può essere anche interattiva. Di solito si usano visori di realtà virtuale, come per esempio al cinema, per garantire maggior intrattenimento. E in che modo si può adattare al settore del turismo? Un esempio arriva dall’azienda vinicola australiana Treasury Wine Estates, che aveva progettato un’app capace di far “parlare” le sue bottiglie di vino. Grazie a questa animazione attivabile sul cellulare si potevano così ascoltare dettagli e informazioni dell’etichetta scelta. Un’idea sicuramente coraggiosa, ma un moto creativo per aggiungere qualcosa in più all’esperienza gastronomica da vivere nel proprio locale.

 

Storytelling

Perché si raccontano le storie? Perché a tutti piacciono le storie. I racconti hanno la capacità di stimolare l’immaginazione, sviluppare empatia tra chi le narra e chi le ascolta e suscitare delle emozioni. In quest’era dei social media dove chiunque può essere presente sul mercato, è lo storytelling che fa la differenza tra te e i tuoi competitors.

Nel 2022 non è la vendita delle camere che crea il tuo valore aggiunto, quello che bisogna raccontare è una storia, vendere un’esperienza irripetibile. I social media sono un’occasione per essere più personali ed è un luogo dove è possibile connettersi ad un livello più profondo con i potenziali ospiti. Le persone non viaggiano per sentirsi dei turisti ma per vivere un’esperienza memorabile, avere dei ricordi da raccontare, trovarsi davanti a dei paesaggi da fotografare e collezionare sui propri profili social.

 

Raccogliere i feedback

Grazie alle newsletter, sondaggi sui social, e la possibilità di tracciare gli utenti online, raccogliere informazioni sulle preferenze e sul comportamento dei propri clienti è un must. Conoscere il proprio target (attuale e desiderato) è fondamentale per offrire un servizio sempre migliore e sempre più vicino ai suoi bisogni.

Inoltre, la comunicazione personalizzata non è da sottovalutare ma potrebbe essere la chiave di successo del tuo business. Un utente sarà più propenso ad optare per un servizio che conosce le sue preferenze personali, piuttosto che rispondere ad un’offerta impersonale che potrebbe essere stata inviata a chiunque.

 

E ora?

Il digitale offre un numero infinito di possibilità per il settore del turismo. Questo breve articolo ti ha presentato solo alcuni esempi di ciò che è possibile realizzare allo scopo di stimolare la tua immaginazione. Ti sono venute delle idee? Contattaci, le realizzeremo insieme.