Hai mai sentito parlare di Marketing Automation? Ti spiego in breve che cos è

Prenotazioni Hotel da mobile: Il tuo booking engine lo permette?
19 settembre 2016
7 consigli per rendere efficace il sito web del tuo ristorante
20 ottobre 2016

Hai mai sentito parlare di Marketing Automation? Ti spiego in breve che cos è

Oggi cerco di spiegarti in parole semplici e senza entrare troppo nel tecnico uno degli strumenti di marketing più potenti e, per questo motivo, più in crescita negli ultimi anni. Il Marketing Automation.

Per “spaventarti” e per “creare dell’interesse”, parto con 2 trend sull’argomento che di sicuro ti faranno riflettere. Una ricerca sull’utilizzo di tecniche di marketing automation ci suggerisce che:

  • Le aziende che utilizzano tecniche di marketing automation ottengono un aumento fino a +451% di leads qualificati;
  • Le aziende che automatizzano la gestione dei leads hanno una crescita del 10% o superiore delle entrate in 6-9 mesi.

Starai già pensando…molto interessante! In effetti lo è! Ma iniziamo con le cose più semplici per poi entrare nel dettaglio.

Per definizione con Marketing Automation si intende l’insieme di tutte le tecniche di marketing (prevalentemente svolte via web) per automatizzare la profilazione di un tuo potenziale cliente in modo da migliorare e ottimizzare la comunicazione con lui e aumentare le possibilità che, sempre lui, diventi tuo cliente.

Questa definizione l’ho inventata io e credo che rispecchi esattamente quanto si possa fare con il marketing automation…o meglio, quanto riesco per il momento a fare io ☺

L’automation non è di certo una materia nuova nell’ambito del web marketing e sicuramente ti sei già imbattuto in qualche automatismo. Ti faccio un paio di esempi:

Esempio 1: Quando acquisti una qualsiasi cosa online dopo pochi secondi, ricevi un’email di conferma che ti “rassicura” sull’aver dato a un sito il numero della tua carta di credito. L’invio di questa email è, ovviamente, automatico e presenta delle “personalizzazioni” dove sono contenuti i tuoi dati anagrafici e dei prodotti che hai acquistato.

Esempio 2: Hai prenotato un hotel online, ti godi la tua vacanza e appena torni a casa ricevi la classica email di post-stay dove, chi invia l’email ti chiede come ti sei trovato e ti suggerisce di fare una recensione alla struttura. Anche in questo caso l’email è automatica e, se ci pensi, è automatizzata sulla base di diversi dati che tu gli hai fornito in fase di prenotazione (dati anagrafici, hotel dove hai soggiornato, data di check-out e altri).

Ampliamo un po’ gli scenari per capire fino a che punto l’automation può arrivare. Sei già nella fase “regali di Natale” e cerchi su google qualcosa che possa ispirarti per non fare quest’anno “i soliti regali” (frase che bene o male tutti pensiamo prima di Natale).

Su google cerchi “idee originali per regali di Natale”. Nelle prime ricerche trovi un sito che d’ora in poi chiamerò REGALINATALE.IT (che mi sono inventato e magari esiste) che t’ispira e inizi a navigarlo. Dopo un po’ che lo navighi pensi “caspita questo sito è proprio interessante, ho già qualche idea per qualcosa da comprare…mi iscrivo alla newsletter”.

Immagina ora questo sito cosa può fare semplicemente con il tuo nome e la tua email.

REGALINATALE.IT sa già:

  • Più o meno di dove sei perché localizza da dove stai navigando;
  • Le pagine che hai visitato, gli articoli che hai guardato, quelli che hai inserito nei preferiti e quelli che hai condiviso in famiglia o tra amici per avere l’approvazione dell’acquisto;
  • Da dove navighi (tablet, mobile, desktop).

Ora immaginiamo cosa può fare REGALINATALE.IT per riportarti sul sito e farti acquistare:

  • Invio Email per carrello abbandonato che recita “non hai completato l’ordine, se acquisti nelle prossime 48 ore 10% di sconto”;
  • Remarketing: chissà come mai apri facebook e sulla timeline rivedi il prodotto che stavi proprio guardando sul sito REGALINATALE.IT;
  • Quando ti sei iscritto stavi navigando dal tuo smartphone? Quando navigherai di nuovo da mobile troverai su google, su facebook o su altre app la pubblicità per “scaricare la APP di REGALINATALE.IT” se esiste.

Queste sono solamente le prime interazioni che mi sono venute in mente che si possono mettere in atto attraverso il marketing automation ma che già potrebbero farti fare un salto di qualità a livello di comunicazione, di interazione e di esperienza tra la tua azienda e i tuoi clienti.

Nelle prossime settimane andremo un po’ più nel dettaglio di tutto quello che si può automatizzare, conosceremo qualche software per farlo e vedremo qualche tool gratuito che possa permetterti di iniziare ad analizzare i tuoi clienti (chi sono, come navigano, dove cliccano sul tuo sito).